Come evitare danni da ransomware?

Mentre il mondo si prepara a spendere fino a 170 miliardi di dollari per la sicurezza informatica , vorremmo spiegare ai nostri lettori come evitare il ransomware e proteggere la tua azienda dai criminali informatici. Negli ultimi anni è emersa una classe completamente nuova di ransomware che fornisce criminali informatici . Il loro scopo non era solo quello di danneggiare, ma di trarne vantaggio finanziario. Ora ottengono un vantaggio finanziario netto di $ 400- $ 1000 per utente attraverso l’estorsione.

I primi virus ransomware erano più semplici e potevano essere decifrati senza pagare denaro. Ogni nuova versione del virus sta diventando più fantasiosa. Gli utenti non possono già decrittografare i file da soli, quindi devono pagare o perdere dati.
Poiché in precedenza si pensava che solo Windows fosse vulnerabile, tuttavia, tutte le piattaforme popolari sono state infettate in un anno. I criminali informatici potrebbero creare un virus per qualsiasi sistema: Mac OS, Windows, Linux, Android. Pertanto, l’unica domanda è, quando lo affrontiamo cosa dovremmo fare?

Ransomware per Linux
Linux.Encoder.1 , il primo ransomware, è apparso nel novembre 2015.
Linux.Encoder è stato ricompilato su Mac e chiamato KeRanger.

Ransomware per Mac OS
Tra i sistemi operativi sconfitti da Ransomware, Mac OS è il più recente .
Il caso di infezione da Mac OS è iniziato da un file installato, cosa insolita per i virus ransomware che provenivano dalle e-mail. Il file sul sito ufficiale è stato sostituito da una versione falsa dannosa. Un altro punto è che il file è stato firmato con il certificato che l’app Mac considerava valido. E il sistema di protezione Mac Gatekeeper non ha notato una minaccia.

Ransomware per Windows
Il numero di virus per Windows è davvero grande.
CryptoWal l, questo gruppo di virus è apparso per la prima volta nel giugno 2014.
È una delle minacce più diffuse e dannose (CryptoWall, CryptoWall 2.0, CryptoWall 3.0, CryptoWall 4.0).

Come evitare il ransomware?
Il punto più importante è che, se al momento di un attacco di virus i documenti del tuo computer si sincronizzano con il cloud storage (Google Drive, Dropbox, OneDrive), anche il cloud storage verrà infettato e tu non avrai accesso ad esso. Inoltre, se questi file vengono condivisi con i tuoi college, anche i file verranno infettati per loro.
Quindi la soluzione è solo avere un backup sul cloud storage separato che copierà i tuoi documenti ogni giorno perché nessuno sa quando succede. Un provider di backup da cloud a cloud conserva i file per tutto il tempo di cui avrai bisogno. E il virus non ha alcuna possibilità di infettarli.

Seguici su:

FacebookLinkedInLinkedIn

Per maggiori informazioni, per suggerimenti e ottenere un preventivo gratuito per le tue esigenze, contattaci.
Il nostro staff di professionisti sarà lieto di fornire tutte le informazioni ed i costi riguardanti il servizio.
Attenzione : Sestech non è un servizio di helpdesk “gratuito” a cui chiedere informazioni.

Consulenza Informatica Firenze, Consulenza Informatica Firenze Server, Consulenza Informatica Acquisto Server Firenze, Consulenza Informatica progettazione server aziendale Firenze, Consulenza Informatica Prato, Consulenza Informatica per Aziende e Privati in Firenze, Consulenza Informatica Software Prato, Consulenza informatica e servizi IT per aziende a Firenze, Consulente Informatico Firenze, Azienda Consulenza Informatica Firenze, Azienda Consulenza Informatica da Remoto, Consulente Informatico IT Firenze